Italiani e prima casa ( IMU ) … ma attenti al portafogli (titoli)


Da un punto di vista economico e finanziario globale, gli italiani si sono sempre caratterizzati per:

– essere possessori della propria casa (prima casa).

– avere un tasso di risparmio tra i più alti al mondo

Quindi basso debito privato e contemporaneamente alto debito pubblico e per qualche politico, questo sarebbe stato un antidoto contro la crisi iniziata nel 2008, rispetto agli altri paesi … sappiamo come è andata a finire …

Gi italiani sono dunque particolarmente sensibili al tema “prima casa” e quindi sono stati “adulati” delle promesse elettorali che hanno avuto proprio come oggetto prima ICI e poi IMU, tassa che ha una incidenza media sul bilancio famigliare di circa 200 euro / anno

… ma italiani trascurano un tema che potrebbe avere un impatto maggiore sul proprio benessere: i propri risparmi  [ ARTICOLO 47 La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme … ]

A seguito della crisi iniziata nel 2008, i provvidementi sul risparmio sono stati:

– agosto 2011: aumento tassazione rendite finanziarie al 20% dal 12,5% (esclusi i titoli di stato)

– dicembre 2011 imposta di bollo sul deposito titoli (che di fatto è una patrimoniale ):

– 1 per mille (0,1%) per il 2012
– 1,5 per mille (0,15%) dal 2013

– marzo 2013 tobin tax  sulle azioni e da settembre 2013 sui derivati.

Gli impatti di questi provvedimenti sono stati “mitigati” dalle buone performance dei mercati finanziari nel 2012 e 2013 dopo il disastroso 2011.

Ma l’azione contro il risparmio non è finita, le ipotesi relative alla nuova legge di stabilità sono:

– aumento tassazione rendite finanziarie al 22% o ancor più al 23% [ 2 anni fà era al 12,5% quindi aumento  quasi del 100% ! ]
– tassa sul deposito titoli / patrimoniale al 2 per mille (0,2%) nel 2014 [ una patrimoniale una tantum ma continuativa (ogni anno ) ! ]
– aumento tobin tax e/o estensione anche alle obbligazioni.

E già con capitali minimi (tipo dai 10 / 20 mila euro in su) la tassazione sui risparmi nel 2014 superà l’IMU indipentemente dall’andamento dei mercati finanziari, e il 2014 non sarà un anno con buon performance, in quanto già oggi i rendimenti obbligazionari sono ai minimi storici e i mercati azionari sono al rialzo già da qualche anno (per Usa, Germania etc) e da un paio per Italia.

Quindi, oltre che alla prima casa, attenti al portafoglio (titoli) !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...