NO IMU ma PIU’ Tasse alle aziende = MENO Benessere per tutti


E alla fine si è scelto per motivi elettorali, l’abrogazione della tassa IMU prima casa per il 2013 … ma la promessa non comprendeva anche rimborso IMU 2012 … vedi in utlima campagna elettorale le code di persone in posta che la richiedevano … [ semplicemente ridicolo ]

Come si è finanzata tale abrogazione ?

Ovviamente con tasse sulle imprese; ecco un elenco tasse carico delle aziende che potete trovare al seguente link (fonte pmi.it ):

http://www.pmi.it/impresa/contabilita-e-fisco/articolo/68797/conto-imu-salato-per-le-imprese-ecco-i-rincari.html?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter:+PMI.it&utm_content=2013-09-06+conto-imu-salato-per-le-imprese-ecco-i-rincari

Quindi non con tagli alla spesa pubblica (vedi anche costi della politica), la famosa “spending review” su cui si era arenato il governo Monti, che dopo aumento tasse e taglio pensioni non ha saputo fare questo salto di qualità.

[ In questo modo il governo Letta è la perfetta prosecuzione del governo Monti … ed infatti è appoggiato dagli stessi partiti. ]

Ma – IMU e + tasse su aziende è un equazione a valore 0 nel senso che è semplicemente uno spostamento di tassazione ????

Mia risposta è ASSOLUTAMENTE NO.

Infatti l’aumento di tassazione colpisce le aziende che sono il motore di sviluppo, creazione di benessere e distribuzione di ricchezza verso persone (e banche).

Non pagare l’IMU e colpire le aziende significa che ci sarà meno ricchezza e benessere da distribuire …

E quale sarà l’effetto sul patrimonio immobiliare / case degli italiani ?

Ovviamente il valore delle case diminuirà cosi sta succedendo negli ultimi anni / effetto depressivo sugli immobili.

In termi contabili sui bilanci delle famiglie  il conto economico migliorerà (una uscita in meno) ma lo stato patrimoniale peggiorerà (valore immobile diminuisce) e in termini reali le famiglie italiane saranno meno ricche o meglio più povere.

Annunci

2 pensieri riguardo “NO IMU ma PIU’ Tasse alle aziende = MENO Benessere per tutti

  1. Non credo che sia solo un problema di stato patrimoniale. L’abolizione dell’IMU ha portato a compensare il mancato introito con una polverizzazione della raccolta su numerosi tributi: non solo la tassazione sulle aziende, ma anche sui servizi locali.
    Si sono così raggiunti due obiettivi:
    – rendere più difficile l’abolizione del carico fiscale in un colpo solo, ovvero con l’abolizione di una sola tassa
    – aumentare (non ho i numeri, ma è una sensazione abbastanza forte) il prelievo fiscale totale a opera del governo centrale e degli enti locali. In una parola l’abolizione dell’IMU ci costa di più tra tasse dirette e indirette.
    Di questo passo è meglio che nessuno si agiti più per diminuire le tasse!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...