Consulenza, prestazione professionale ed acconto


Dopo lunga esperienza di dipendente (19 anni), svolgo attività di libero professionista da circa 2 anni e la vita (professionale) è cambiata.

Per primi progetti era sufficiente parlare con il cliente ed al massimo ricevere un’email di conferma.

Svolta l’attività e presentato il conto … a volte “venivo pagato” e a volte sono stato “fregato”.

Cosi, da qualche mese, per le prestazioni occasionali (non continuative vedi http://www.nopaperjam.it ) chiedo un acconto del 25%.

Ebbene ho constatato reazioni negative; le reazioni più comune è sono: Ma come ? Non ti fidi di me? Pensi che non ti pago ? Cosi mi offendi ?

OK un contratto è una relazione basata sul valore della fiducia (oltre a competenza, referenze ed empatia) , ma perchè la fiducia deve essere solo “a senso unico” ?

Probabilmente sto perdendo delle occasioni di lavoro, anche troppe, ma al momento continuo a chiedere un acconto.

E voi cosa ne pensate ?

Annunci

8 pensieri riguardo “Consulenza, prestazione professionale ed acconto

  1. Ciao Angelo, per l’acconto … hip hip hurrà!!
    Anch’io sto cercando di introdurlo in forma di anticipo sulle prestazioni Il recupero crediti sta diventando anche per me un impegno costante
    Alessandro

  2. penso che hai perfettamente ragione …chi non è conosciuto spesso ha solo un mercato …quello dei conosciuti ..o amici ….l’amico ..ritiene di cover essere servito gratis …nel nostro paese è particolarmente diffusa questa strana idea di quid pro Quod …ove il quod non arriva mai ….è normale ..ad esempio in una relazione avvocato …cliente …..che si depositi una caparra anche superiore al 20% …ma si sa dell’avvocato si ha bisogno spesso …del consulente ….forse una volta sola …….lo dico come “consulente ” gratis …ho rinunciato ad essere pagato …..almeno consiglio solo se necessario ….la gente vuole gratis quello che è utile …ma poi se è gratis lo ritiene inutile

  3. ciao Angelo, una domanda dalle 100 pistole.
    Per l’università e pubblica amministrazione in generale non è proponibile, per i privati, mi comporto a seconda del grado di conoscenza e affidabilita’.
    Se non mi fido proprio, chiedo il pagamento anche del 50% se non addirittura del 100%. Morale, ‘depende’, come una vecchia canzone di Jarabe de Palo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...